Materiali

Divani in tessuto: salotti, divani letto e poltrone ai prezzi più bassi

Salotti, divani letto e poltrone in tessuto a costi contenuti: come dire relax da sogno a prezzi bassi. La maggior parte dei consumatori tenta di coniugare questi due elementi quando deve scegliere di rinnovare il proprio arredamento e, in questo senso, la rete offre grandi possibilità.

Certo, la scelta deve essere ponderata anche rispetto al rapporto qualità/prezzo, per non cadere nelle trappole di una produzione scadente che non giustifichi il risparmio sull’acquisto: da questo punto di vista, è sempre consigliabile visionare il manufatto, prestando attenzione ad alcuni dettagli fondamentali.

Nel caso di divani e poltrone tradizionali, innanzitutto, verifica la portanza dell’imbottitura della seduta e dello schienale: un cuscino in espanso può essere di diverse densità, sostenendo in maniera non adeguata il peso del corpo; per testare in maniera empirica questa caratteristica, un buon modo è comprimere con il proprio peso il cuscino, controllando che esso non ceda per più di un terzo del suo spessore.

In secondo luogo e dopo aver sollevato le imbottiture delle sedute, tocca il fondo del divano: un buon divano non permetterà che, al tatto, si avverta la presenza delle cinghie elastiche né dell’ossatura in legno. Questa, dovrà essere preferibilmente in legno massello (più durevole) anche se spesso il costo del prodotto finale è contenuto proprio grazie all’impiego di materiali come l’MDF.

Per quanto riguarda i divani letto, controlla il tipo di rete ed informati sul materasso che verrà posto al suo interno: la maggior parte delle reti è costituita da una parte elettrosaldata e da una con cinghie elastiche; verificala portanza di quest’ultima, una volta scostato il materasso. Importante è sapere che, rispetto ad i modelli di qualche anno fa, i divani letto attuali sono più confortevoli in quanto la profondità di seduta è contenuta dal fatto che la rete scompare parzialmente nella spalliera: nonostante ciò, in genere essi sono più rigidi e quindi meno comodi dei modelli classici.

Infine, chiedi informazioni dettagliate circa le peculiarità del rivestimento in tessuto e la sua composizione: esistono trattamenti superficiali (come lo Scotchgard o il Teflon) che consentono di rimuovere macchie accidentali di natura liquida o oleosa, trattamenti di pre-lavaggio che impediscono un ulteriore restringimento in occasione del primo bucato e finissaggi anti-allergici, fondamentali nel prevenire la formazione di batteri ed acari.

La scelta del tipo di rivestimento è, ovviamente, personale e legata al tipo di arredamento in cui inserirai il divano: è importante scegliere sulla base di un parametro iniziale legato alla volontà di contrastare o meno, tanto con i colori che con i materiali, gli altri elementi di arredo presenti nell’ambiente. Non avere, comunque, paura di osare! Accostare il classico al moderno o inserire un divano con un rivestimento in pelle martellata ad un arredamento iper-tecnologico, per quanto possa sembrare azzardato, è spesso una scommessa eccitante che connoterà la tua casa di un tocco personale.

Con questi parametri abbiamo scelto alcune offerte on-line per te: se vuoi saperne di più, puoi dare una occhiata ad alcuni link che ti suggeriamo sul nostro sito.

Siamo certi che ne sarai entusiasta!